NEWS

Quattro appuntamenti dedicati alla filosofia Cittaslow dal 12 luglio

Categories: News Eventi

Una serie di iniziative al Parco Tegge in sostituzione del Festival Cittaslow per la Biodiversità, fermato dal Covid

A seguito delle disposizioni relative alla pandemia Covid-19, quest’anno il Festival Cittaslow per la Biodiversità, che negli ultimi anni è sempre andato in scena a Felina alla fine di luglio, non si potrà svolgere. Ma l’Amministrazione comunale, in collaborazione con la Comunità Slow Food dell’Appennino Reggiano, il Parco Tegge e l’Associazione culturale La Fenice, ha voluto fortemente proporre quattro iniziative legate alle tematiche Cittaslow, che si svolgeranno sempre a Felina.
Per noi l’appartenenza alla rete Cittaslow resta uno strumento di grande importanza – afferma l’Assessore Lucia Manfredi – perché valorizza in particolare il settore agroalimentare locale, che resta fondamentale per il nostro sviluppo socio – economico: negli ultimi anni si è assistito infatti a una forte differenziazione nelle colture e nelle produzioni, grazie anche a tanti giovani che hanno scelto di scommettere su questo tipo di attività, apportando nuove competenze e dinamismo. Ci sono aziende agricole sul territorio appenninico che lavorano su cereali particolari, sull’ortofrutticolo di qualità, sul miele e i prodotti dell’apicoltura, sull’allevamento di razze pregiate, andando ad arricchire un panorama che ha nella filiera per la produzione del Parmigiano Reggiano di Montagna il nucleo trainante, in cui comunque queste proposte diverse rivestono una grande importanza. Ringrazio l’Assessore alla Cultura Emanuele Ferrari che ha contribuito a costruire la proposta di questi quattro appuntamenti, che ritengo siano davvero di grande interesse. Abbiamo voluto in questo modo, pur non potendo proporre quest’anno il Festival Cittaslow, mantenere un percorso portato avanti ormai da tanti anni con importanti risultati, avendo anche la fortuna di poter contare su una location come il Parco Tegge che si adatta molto bene ad eventi di questo tipo”.
Per tutti gli eventi sarà obbligatoria la prenotazione: tel. 0522 814964, 342 3945350, info@parcotegge.it (anche per informazioni).
Il primo appuntamento è in programma questa domenica, 12 luglio: “Chi è la comunità Slow Food?” è il titolo della giornata, che vedrà proporre storie di prodotti e produttori, al Parco Tegge di Felina. Dalle 14 alle 19.30 sarà possibile accedere all’esposizione di prodotti della Comunità Slow Food dell’Appennino Reggiano, conclusa con un aperitivo “slow” in giardino. Alle 18 un incontro con testimonianze e narrazioni.
Il secondo appuntamento sarà domenica 26 luglio: “Vivere con lentezza per capire noi stessi, gli altri e il pianeta” è il titolo della giornata al Parco Tegge, che vedrà di nuovo dalle 14 alle 19.30 l’esposizione di prodotti della Comunità Slow Food con aperitivo finale, e alle ore 18 un dialogo tra Ella Ceppi, Presidente dell’Associazione “Vivere con lentezza”, e Bruno Contigiani, fondatore della stessa Associazione. L’Arte del Vivere con Lentezza è un progetto nato nel 1999 tra Pavia e Milano che nel 2005 diventa associazione. In India lavora a progetti scolastici nelle baraccopoli di Jaipur con bambine e bambini di strada, a Pavia, Piacenza e Lodi nelle Case Circondariali con gruppi di lettura ad altra voce e con la produzione di periodici scritti dai detenuti, in Italia e in tante parti del mondo continua a invitare le persone a rallentare, per capire dove stanno andando, e dove vogliono andare.
Domenica 9 agosto sarà la volta di “Asèe (Enough): letture abbastanza rumorose”, con lo scrittore e artista di Ligonchio Silvano Scaruffi insieme a Luca “Baggia” Guerri: anche in questo caso non mancherà l’esposizione dei produttori Slow Food dell’Appennino e l’aperitivo serale, mentre l’incontro letterario sarà alle 18. Scaruffi “vive a Ligonchio e fa il Guardiadiga. Abita in fondo al paese, alla Rocca, scendendo dalla rampata del Bocco verso la Valla. Ci si arriva anche dall’altra strada che passa dal Bastione e finisce in Corea”.
Ultimo appuntamento domenica 30 agosto: “Buono da mangiare, buono da morire!”, un reading musicale con parole e sproloqui, con Pierluigi Tedeschi accompagnato dalle musiche di Giulio Vetrone. Anche in questo caso esposizione di prodotti e produttori dalle 14 alle 19.30, e incontro alle 18, con aperitivo finale. Tedeschi proporrà un reading sul mangiare e sul bere. “Mangiare troppo o troppo poco – spiega l’autore – mangiare cose diverse dal normale (ammesso che si possa stabilire cosa è davvero normale, come ha scritto Marvin Harris in “Buono da Mangiare”), mangiare fino quasi a morire”. Verranno proposti brani narrativi, saggistici, poetici, testi di canzoni di Benni, Boccaccio, Calvino, De Andrè, Harris, Lenin, Rabelais, Rossi, Saint-Exupery, Vamba, Veronelli, Walcott.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi