NEWS

Aperta la campagna abbonamenti per la nuova stagione del Teatro Bismantova

Categories: Evidenza

È aperta da alcuni giorni, e lo resterà fino al 17 ottobre, la campagna del Teatro Bismantova rivolta agli abbonati dello scorso anno per rinnovare la loro sottoscrizione. Successivamente, dal 19 ottobre al 4 novembre, aprirà la campagna aperta ai nuovi abbonati (o per i rinnovi senza prelazione del posto). Per tutte le informazioni è possibile scrivere a biglietteria@teatrobismantova.it.
La nuova stagione del Teatro punta ancora sulla prosa, le commedie con grandi attori del panorama nazionale, ma anche nuove proposte, concerti, attività collaterali di grande qualità ed estremamente interessanti. Una costanza, quella del Bismantova nel proporre spettacoli di alto livello, che ha costruito una situazione assolutamente particolare: da ormai tanti anni infatti, al via della stagione i posti disponibili sono, per più della metà, già occupati dai tanti abbonati. Tanto che il Direttore artistico Giovanni Mareggini e l’Assessore alla Cultura Emanuele Ferrari, parlano di un caso positivo del solitamente vituperato “attaccamento alla poltrona”: “Tra poltronai o poltronisti convinti, in politica è tutto un rimpallarsi di “j’accuse” abbastanza noiosi. Da noi invece, il Comune di Castelnovo Monti con l’Unione dei Comuni hanno deciso che al Teatro della Politica è di gran lunga preferibile una Politica per il Teatro, in cui risulta tutt’altro che disprezzabile il fatto nudo e crudo di potersi attaccare a una Poltrona. Infatti è proprio quello che facciamo ogni anno, da oltre 15 anni, tutte le volte che presentiamo un nuovo Cartellone e apriamo una nuova Campagna abbonamenti. Vi chiediamo per un altro anno di attaccarvi alla vostra poltrona e in questo modo, dalla platea, facendo letteralmente parte del pubblico del Teatro, diventarne i protagonisti”.
Venendo agli appuntamenti della stagione, la partenza sarà subito con un grandissimo nome: mercoledì 20 novembre, Ascanio Celestini porterà sul palco lo spettacolo “Barzellette”: l’attore romano ha raccolto e reinventato barzellette provenienti da ogni parte del mondo. Dopo averne tratto un libro, ora le racconta in teatro, con la sapienza di un grande narratore, mostrando “quanto siamo infami, ma anche quanto siamo liberi e deboli”.
Mercoledì 11 dicembre, la serata proporrà il concerto sinfonico dell’Orchestra Giovanile della Via Emilia, diretta da Michele Gamba, con musiche di Brahms e del vincitore del Concorso di Composizione dell’Orchestra Giovanile della Via Emilia.
Venerdì 20 dicembre sarà la volta di “Un concerto quasi natalizio”, del Duo Baldo con Maria Luigia Borsi: un soprano, un violinista e un pianista per il più classico dei concerti. Eppure, come diceva Puccini, “L’arte è una forma di pazzia”. Così è per questo incontro tra musica e divertimento, tra gli artisti di questo trio pirotecnico: uno “spavaldo” soprano lirico, Maria Luigia Borsi, un virtuoso “funambolico” violinista, Brad Repp e uno “sconcertante” attore/pianista, Aldo Gentileschi.
Venerdì 24 gennaio 2020 un nuovo spettacolo tra musica e commedia: “Beethoven non è un cane”, di e con Paolo Mingone. Dietro il polveroso sipario c’è un deejay, sì, ma di musica classica. In scena un pazzo con cuffie alle orecchie e l’occhio spiritato che armeggia su vecchi vinili, incredulo davanti ad adolescenti che identificano Beethoven in un grosso e simpatico cane San Bernardo.
Il 7 febbraio Mirko Spelta porta in scena “Scusa se ti chiamo stronzo”, con la partecipazione di Alessandra Eleonori e Franco Barbera (arrangiamenti e pianoforte): tratto dall’omonimo libro, lo spettacolo propone un viaggio ironico e semiserio nella mente di un uomo “tipo”. Ma cosa passa veramente nella testa di un uomo sentimentalmente parlando?
Il 28 febbraio la stagione proseguirà con “Due botte a settimana”, commedia con Marco Marzocca, Stefano Sarcinelli e Leonardo Fiaschi: la storia si svolge all’interno dello studio del produttore Stefano Toro, figlio del Notaio Raimondo. Il loro collaboratore domestico è lo sconclusionato Ariel, che combina disastri di ogni tipo. La storia si sviluppa raccontando una giornata di audizioni
Il 12 marzo sarà la volta di “Andy e Norman”, con il duo comico Gigi e Ross insieme ad Arianna di Stefano. Una fiaba moderna del commediografo newyorkese Neil Simon, messa in scena con grande successo a Broadway nel 1966: la vicenda ruota attorno a due scapoli, appunto Andy e Norman, che dividono lo stesso appartamento e con grandi difficoltà dirigono e producono una rivista alternativa.
Venerdì 27 marzo toccherà a “Via dal Paradiso”, con Tiziana Foschi, Antonio Pisu, Fabio Ferrari: cosa si può rubare dal paradiso? La bellezza. In un tempo più legato ad un futuro remoto che un passato anteriore, in un luogo spoglio, con residui di anime in transito chiamato Eden, tre personaggi stanno per compiere un furto.
Ogni spettacolo avrà inizio alle ore 21. Ma il cartellone principale della stagione rappresenta solo una parte dell’offerta, molto più ampia, del Teatro Bismantova nei prossimi mesi, a partire da un’anteprima prevista venerdì 25 ottobre, con il concerto “Animal’$ domine into the wall”, dei Pink & Us: un omaggio ai Pink Floyd accompagnato dalle immagini di sabbia di Gabriella Compagnone. Il programma completo è disponibile in calce e sul sito del Teatro Bismantova (www.teatrobismantova.it).
Per informazioni sugli abbonamenti: biglietteria@teatrobismantova.it oppure 0522 614078 negli orari di apertura del cinema – teatro.

La presentazione completa della stagione >>

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi