NEWS

Domenica 3 aprile viene presentato al Teatro Bismantova “Christian e Giorgia” di Armido Malvolti

Categories: News Eventi

Domenica 3 aprile, dalle ore 16, è in programma al teatro Bismantova la presentazione del libro “Christian e Giorgia” diArmido Malvolti. L’ultimo lavoro dell’affermato narratore castelnovese affronta un tema assai complesso, un “viaggio dentro la leucemia infantile”, ma osservato e raccontato da una prospettiva innovativa e coinvolgente, quasi con lo sguardo diretto della famiglia protagonista di questo duro calvario.

Quella che si svolgerà al Bismantova non sarà una semplice presentazione, ma quasi uno spettacolo, con letture, immagini ed accompagnamento musicale. Oltre all’autore parteciperanno anche i ragazzi e la famiglia protagonisti del romanzo e sono previsti gli interventi di Carla Canedoli, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Castelnovo Monti; Andrea Pellegrini, docente e critico letterario; Monica Cellini, referente del reparto di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Modena; Camilla Migliozzi, psicologa dello stesso reparto; Erio Biagini, presidente di Aseop (Associazione a sostegno dell’ematologia e oncologia pediatrica Onlus), e Iacopo Fiorentini, presidente della Croce Verde di Castelnovo Monti. La presentazione si avvarrà poi delle letture diRoberto Mercati, delle illustrazioni dal vivo su maxi schermo di Mauro Moretti e dell’accompagnamento musicale del trio di clarinetti dell’istituto musicale Merulo (Niccolò Rocchi, Claudia Magnani e Chiara Manfredi), con brani di Mozart. A condurre la giornata sarà il vicesindaco e assessore alla cultura di Castelnovo Monti, Emanuele Ferrari.

“Christian e Giorgia” è uscito nelle librerie da poche settimane, ma ha già ricevuto la Menzione di merito al Premio nazionale di poesia e narrativa “Il Golfo”, con premiazione che avverrà il 17 aprile a La Spezia.
L’ultimo libro di Malvolti affronta una tematica alquanto ostica, con un taglio non semplicemente pietista e “solidaristico”, ma che dà una visione diretta delle difficoltà, dei passi lenti, estenuanti, che vengono richiesti a una famiglia nell’affrontare questa enorme prova.
Spiega nella prefazione del libro Paolo Brunetti, altro scrittore appenninico ben noto: “Il libro ha per tema una vicenda drammatica che ha attraversato la vita di un bambino di soli 4 anni, Christian, colpito da una malattia potenzialmente letale e, con lui, di tutta la sua famiglia. Una vicenda che l’autore, che è poi lo zio del bambino, analizza nelle varie fasi che si succedono nel corso di 18 mesi, coinvolgendo il lettore emotivamente nel ritmo sostenuto della narrazione e mantenendo viva un’atmosfera di suspense fino alla conclusione felice del racconto. Le varie tappe del lungo iter di malattia percorso da Christian vengono descritte con ricchezza di particolari e con la capacità di trasmettere a chi legge il carico di emozioni che accompagna ogni minimo cambiamento delle sue condizioni cliniche. L’autore è riuscito nell’intento di fornire una descrizione dettagliata della storia clinica del bambino e delle ripercussioni che questa ha avuto sugli altri componenti della famiglia grazie ad un diario in cui la madre Stefania ha annotato le sue osservazioni durante l’anno e mezzo della malattia e alle testimonianze dirette raccolte dai protagonisti della vicenda durante la stesura del testo”.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi